Camera di Commercio di Bologna
Tu sei qui: Portale Regolazione del Mercato Ufficio Metrico
Azioni sul documento

Ufficio Metrico

Gli strumenti di misura commercializzati e messi in servizio per le funzioni di misura giustificate da motivi di interesse pubblico, sanità pubblica, sicurezza pubblica, ordine pubblico, protezione dell'ambiente, tutela dei consumatori, imposizione di tasse e di diritti e lealtà delle transazioni commerciali sono soggetti alle valutazioni di conformità previste dalle norme applicabili e ai controlli previsti dalla metrologia legale (verifica prima, verifica periodica, controlli casuali, vigilanza del mercato).

L'ufficio metrico svolge l’attività di vigilanza del mercato degli strumenti di misura soggetti alla normativa nazionale ed europea ed effettua i controlli sugli strumenti in servizio ad intervalli casuali, o a richiesta del titolare dello strumento o di altra parte interessata, garantendo comunque il contraddittorio.

I fabbricanti di strumenti di misura approvati secondo la normativa nazionale, cioè di strumenti diversi dalle bilance a funzionamento non automatico e dalle 10 tipologie di strumenti MID,  possono richiedere all’ufficio metrico l’esecuzione della verifica prima degli strumenti di loro produzione presso le loro officine o presso i luoghi di messa in servizio degli strumenti stessi.

La verifica periodica degli strumenti in servizio invece è ordinariamente eseguita, per le varie tipologie di strumenti, dai pertinenti laboratori abilitati od organismi accreditati. Anche l’ufficio metrico può svolgere la verificazione periodica degli strumenti in servizio diversi dai MID ma solo fino al 18/03/2019, data dalla quale i titolari degli strumenti dovranno richiedere il servizio esclusivamente agli organismi accreditati per i corrispondenti  strumenti.

La verifica periodica è richiesta dal titolare dello strumento ad uno dei laboratori abilitati o, fino al 18/03/2019, all’Ufficio metrico con le periodicità indicate al  punto 1 dell’allegato IV al D.M. 93/2017 che decorrono dalla data della loro messa in servizio e, comunque, da non oltre due anni dall’anno di esecuzione della verificazione prima nazionale o CEE/CE o della marcatura CE o della marcatura metrologica supplementare.

Successivamente, il titolare dello strumento di misura richiede la verifica periodica almeno cinque giorni lavorativi prima della scadenza della precedente verifica oppure, nel caso in cui abbia proceduto a far riparare lo strumento, entro dieci giorni lavorativi che decorrono dalla data della riparazione.

Inoltre i titolari degli strumenti di misura sono soggetti agli obblighi relativi alla corretta tenuta dello strumento e dell'annessa documentazione e devono comunicare alla Camera di Commercio della circoscrizione in cui lo strumento è in servizio la data di inizio dell'utilizzo e quella di fine dell'utilizzo, oltre agli altri elementi indicati dal D.M. 93/2017, pena l'applicazione di sanzioni amministrative.

Obblighi dei titolari degli strumenti di misura

 

Palazzo degli Affari (maps)
Piazza Costituzione, 8 - 40128 Bologna
Tel. 051/60.93.216 - Fax 051/60.93.222
email ufficio.metrico@bo.camcom.it

 

Le funzioni

Ulteriori approfondimenti:

  • Normativa (consultabile inserendo i relativi riferimenti)

Banner_CTC.gif

Banner_Seminari

Banner_archivio materiale seminari.gif

Banner_Biblioteca.gif

Portale_PSE.jpg

Servizi digitali

Portlet_riforma_camere_di_commercio.gif

 

 

Unipol_portlet_3.gif

 
Area riservata
Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

Note Legali - Privacy

IBAN: IT44 O031 2702 4100 0001 2000 001

Codice fatturazione elettronica: O6LZ6Y

Contabilità speciale Banca d'Italia n. 319387

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Bologna
C.F.: 80013970373 - Partita IVA: 03030620375

Tel. 051/60.93.111 - Fax 051/60.93.451
PEC: cciaa@bo.legalmail.camcom.it
Contatti: info@bo.camcom.it