Camera di Commercio di Bologna
Tu sei qui: Portale Regolazione del Mercato Sportello Sicurezza Prodotto
Azioni sul documento

Sportello Sicurezza Prodotto

Per aiutare le imprese della regione Emilia-Romagna ad orientarsi nella complessa fase di registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione delle sostanze chimiche, il Sistema camerale emiliano-romagnolo, in collaborazione con il coordinamento REACH-CLP della Regione Emilia-Romagna, a cui partecipano i Dipartimenti di Sanità Pubblica delle 11 Aziende USL (in qualità di Autorità Competenti per la vigilanza ed il controllo sull’applicazione dei Regolamenti Europei delle sostanze chimiche), ha attivato il portale www.reach-er.it mettendo a disposizione un SERVIZIO INFORMATIVO TELEMATICO per la risoluzione dei quesiti.

Il servizio è completamente gratuito e rientra nelle attività di assistenza alle PMI, offerte dalla rete Enterprise Europe Network, che ha recentemente attivato, in collaborazione col Ministero Sviluppo Economico, una rete nazionale di Sportelli Informativi Territoriali REACH. In Emilia-Romagna lo sportello è presso l’Unione regionale delle Camere di commercio.

All’interno del sito è possibile trovare anche il collegamento all’ Help Desk nazionale REACH

Dal 2 settembre 2014 è entrato in vigore il Regolamento (UE) 98/2013 relativo all'immissione sul mercato e all'uso di precursori di esplosivi.
Sono definite come tali alcune sostanze chimiche, identificate negli allegati alla norma, che possono essere utilizzate per la fabbricazione illecita di esplosivi.
Il Regolamento stabilisce in particolare alcuni obblighi a carico delle imprese relativamente alle segnalazioni di transazioni sospette, furti e sparizioni delle sostanze in questione.
Il Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno ha diramato una Circolare di prima applicazione del Regolamento che la Prefettura di Bologna ha trasmesso alla Camera di Commercio ed ai Comuni della provincia con lo scopo di dare la massima diffusione alla norma.
E’ possibile scaricare qui il testo della Circolare assieme alle Linee guida della Commissione Europea in merito all’applicazione del Regolamento (UE) 98/2013.

Cos'è

"Informare per prevenire", questa la formula chiave per descrivere sinteticamente lo Sportello Sicurezza Prodotto, il servizio promosso della Camera di Commercio di Bologna rivolto ai consumatori finali ed agli operatori economici (produttori, importatori, distributori e dettaglianti) al fine di promuovere la cultura della sicurezza.

L’impulso in tal senso proviene direttamente dall’Unione Europea e scaturisce dalla triplice necessità di armonizzare le normative degli Stati membri in tema di sicurezza dei prodotti, di garantire i meccanismi della concorrenza all’interno dell’Unione Europea e di prevenire gli incidenti relativi all’uso dei prodotti.

Lo sportello raccoglie, classifica e rende disponibile agli utenti la normativa nazionale e comunitaria in tema di sicurezza dei prodotti ed è così in grado di fornire tutte le informazioni, o i riferimenti, delle norme tecniche, legali ed amministrative riguardanti la progettazione, la produzione, l’etichettatura, la pubblicità e la presentazione dei prodotti non alimentari.

La pubblicizzazione della normativa legale e tecnica non esaurisce i servizi dello sportello; altri elementi, importanti per gli operatori economici e per i cittadini, trovano posto all’interno del servizio.

Cosa fa

Le nuove competenze acquisite e la necessità di armonizzare il mercato europeo unita all'esigenza di divulgare la conoscenza della normativa e delle procedure tecniche in materia di sicurezza dei prodotti dal momento della loro produzione e/o importazione al momento della loro commercializzazione, costituiscono i presupposti per la realizzazione di un servizio denominato "Sportello Sicurezza Prodotto".

Lo sportello è un utile punto di riferimento per tutte le aziende che necessitano delle informazioni relative agli adempimenti tecnici e legali richiesti per poter immettere sul mercato prodotti sicuri.

Il suo ruolo però, è importante anche per un altro ordine di Considerazioni, sia nella sua funzione di prevenzione, in qualità di cassa di risonanza delle normative; sia come organismo sanzionatore nel caso dell’accertamento d’irregolarità (lo sportello lavora a stretto contatto con gli uffici ispettivi), così il servizio rafforza il ruolo della Camera di Commercio nella tutela del consumatore. Allo Sportello i consumatori possono segnalare i prodotti insicuri o irregolari, quelli privi di "marcatura CE", inaffidabili o sprovvisti delle note informative necessarie per un corretto acquisto del prodotto e richiedere infine informazioni sulla produzione normativa a tutela del consumatore.

Tra le altre attività, votate a sensibilizzare gli operatori economici e diffondere nella cittadinanza la cosiddetta "cultura della sicurezza", si segnala infine l’organizzazione di convegni ed attività seminariali tra gli operatori e gli enti interessati.

Le principali attività dello sportello sono:

  • fornire informazioni sulla sicurezza dei prodotti;
  • raccogliere, classificare e diffondere la normativa nazionale, comunitaria e tecnica sulla marcatura CE dei prodotti e sulle informazioni da apporre sulle etichette,
  • mettere a disposizione e distribuire dell'elenco aggiornato degli organismi di certificazione notificati dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE);
  • fornire l'elenco prodotti fatti ritirare dal mercato europeo e globale;
  • raccogliere e classificare le pubblicazioni, dell'attività convegnistica e seminariale;
  • coordinare e organizzare incontri ad hoc fra operatori economici con medesime esigenze anche su richiesta degli interessati;
  • realizzare opuscoli informativi distinti per determinate categorie di prodotti (giocattoli, bassa tensione, calzature ecc..).

Per chi è?

Lo sportello è rivolto ai consumatori finali e agli operatori economici (produttori, importatori, distributori e dettaglianti).

Perché?

  • Per informare ed orientare il consumatore finale e gli operatori economici;
  • Per prevenire le irregolarità del mercato al fine di assicurare la trasparenza e la correttezza nella concorrenza;
  • Per collaborare con associazioni di categoria ed enti che si occupano del settore al fine di creare una rete d'informazioni.


La camera di commercio ha inoltre competenze ispettive e di vigilanza del mercato.

Servizio ispettivo

Banner_CTC.gif

Banner_Seminari

Banner_archivio materiale seminari.gif

Banner_Biblioteca.gif

Portale_PSE.jpg

Servizi digitali

Portlet_riforma_camere_di_commercio.gif

 

 

Unipol_portlet_3.gif

 
Area riservata
Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

Note Legali - Privacy

IBAN: IT44 O031 2702 4100 0001 2000 001

Codice fatturazione elettronica: O6LZ6Y

Contabilità speciale Banca d'Italia n. 319387

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Bologna
C.F.: 80013970373 - Partita IVA: 03030620375

Tel. 051/60.93.111 - Fax 051/60.93.451
PEC: cciaa@bo.legalmail.camcom.it
Contatti: info@bo.camcom.it